Notice: wp_enqueue_script was called incorrectly. Scripts and styles should not be registered or enqueued until the wp_enqueue_scripts, admin_enqueue_scripts, or login_enqueue_scripts hooks. Please see Debugging in WordPress for more information. (This message was added in version 3.3.) in /web/htdocs/www.guerreepacefilmfest.it/home/wordpress/wp-includes/functions.php on line 3166 Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /web/htdocs/www.guerreepacefilmfest.it/home/wordpress/wp-content/plugins/seo-ultimate/seo-ultimate.php on line 77 LIBRI 2016 | Guerre & Pace FilmFest

Navigate / search

LIBRI 2016

I LIBRI DELLA XIV EDIZIONE

IN COLLABORAZIONE CON LA LIBRERIA FAHRENHEIT 451 DI NETTUNO

I libri raccontano la vita e aiutano a capire la realtà che ci circonda. Sei libri che raccontano gli scontri di natura ideologica, economica, culturale, religiosa, politica, storica da cui spesso derivano i conflitti.

MARTEDI 26 LUGLIO ORE 20:30

Forte Sangallo – INGRESSO GRATUITO

IL MIO NOME E’ UN COLORE

di Associazione Culturale “La Tamerice”

Nettuno 1938 – 1945. Celeste affida a queste pagine la sua storia di bambina. Una bambina a cui è stata rubata l’infanzia e compromessa l’adolescenza. Una bambina che non può nemmeno consolarsi illudendosi di essere stata la sola, perché tanti bambini come lei, troppi, hanno vissuto l’orrore della guerra, la follia del pregiudizio, lo strazio della paura. Il suo racconto non è finalizzato a rattristare i lettori e nemmeno a turbare le loro coscienze. Il suo scopo è quello di mettere a dimora nel cuore di chi legge il valore dell’essere umano, unico e irrinunciabile pilastro per un’esistenza di pace, di libertà, di giustizia.


MERCOLEDI 27 LUGLIO ORE 20:30

Forte Sangallo – INGRESSO GRATUITO

LE MAROCCHINATE

di Stefania Catallo

Centro Antiviolenza “Marie Anne Erize”
Sensibili alle foglie

Vittime, destinate all’oblio oppure ribelli, sopravvissute condannate al silenzio o resistenti e fiere, sono questi I profili delle “marocchinate” raccolti da Stefania Catallo in brevi e dense interviste che costituiscono il cuore di questo libro. Il vissuto di alcune delle tante donne che subirono le violenze da parte dei goumiers, al seguito del V corpo d’armata francese del Generale Alphonse Juin nel maggio del 1944 in Ciociaria, emerge prepotente in tutta la sua drammatica verità in poche vibranti pagine. Il tutto a mostrare come ancora oggi il dolore di quegli accadimenti sia ben persistente nella mente e nelle anime nonostante lo scorrere del tempo e la “ragion di stato”. Sul dramma delle “marocchinate” sopravvissute ad una tragedia che ebbe proporzioni immense, si pensa infatti che furono 20.000 le donne violentate dai goumiers soltanto nel basso Lazio, calo’ un velo di oscurità già all’indomani della fine del secondo conflitto mondiale.


GIOVEDI 28 LUGLIO ORE 20:30

Forte Sangallo – INGRESSO GRATUITO

NOTTURNO BIZANTINO

di Luigi De Pascalis

La Lepre Edizioni
Collana: Visioni

Non è la prima volta che l’Europa abbandona a se stessa la Grecia e la sua cultura e che la violenza musulmana sorprende l’Occidente. 1507. L’anziano Lucas Pascali racconta la propria vita: l’infanzia a Mistra, mentre saggi e filosofi sognano ancora un mondo nuovo, la gioventù e la maturità nella Costantinopoli degli ultimi imperatori bizantini. Gli studi di medicina, gli amori, i lutti, i sogni del protagonista, che ha il cuore diviso tra due sorelle, s’intrecciano a vite che iniziano e finiscono sullo sfondo ben ricostruito della lunga notte dell’Impero Bizantino, che culminò il 29 maggio 1453 con la caduta di Costantinopoli per mano dei Turchi. Intanto l’Europa, divisa su tutto, ignora le richieste d’intervento bizantine per non compromettere i propri interessi commerciali coi Turchi e il Papa subordina l’invio di aiuti all’unione fra la Chiesa Latina e quella Greca sotto la propria guida. Caduta la città, inizia una lenta e dolorosa migrazione di tanti sapienti, filosofi e scienziati che furono i semi da cui fiorì il Rinascimento europeo. Un romanzo popolato di personaggi, storici o di fantasia, sempre umanissimi e attuali.


VENERDI 29 LUGLIO ORE 20:30

Forte Sangallo – INGRESSO GRATUITO

LETTERE AL DI LA’ DEL MURO

di Stefano Apuzzo, Serena Baldini, Barbara Archetti

Stampa Alternativa

Le lettere più belle e toccanti dei bambini che vivono nei campi profughi alle porte di Gerusalemme. Le loro famiglie furono espulse dai villaggi natii alla nascita dello Stato di Israele nel 1948 e dopo l’occupazione illegale dei Territori Palestinesi del 1967. Cosa significa per dei bambini crescere ingabbiati da un Muro di cemento alto 9 metri, senza possibilità di uscire mai dai campi in assenza della “carta blu”? Cosa c’è al di là del Muro, dalla parte “giusta” e ricca, dalla parte blu? Lettere al di là del Muro è un testo di bambini palestinesi che si raccontano senza remore e paure, una testimonianza unica e preziosa, uno strumento utile anche per insegnanti ed educatori. Un libro per la pace.